Leadership Evolution

Il modello FIVE E

L’Italia, l’Europa, il mondo intero sono cambiati molto negli ultimi 10 anni. Oggi siamo nel cuore di questa grande trasformazione! Le persone che lavorano sono spaesate, preoccupate, e al tempo stesso, hanno voglia di ripensare al proprio futuro in termini propositivi, coraggiosi. Hanno voglia di ritrovare “senso e significato” in quello che fanno.

E la leadership? La nostra impressione è che si sia rimasti fermi a modelli vecchi, superati, che forse andavano bene in mondi che non esistono più.

L’ambizione che abbiamo avuto in questi ultimi due anni, noi di Mida insieme a Gian Piero Quaglino - già Professore di Apprendimento degli Adulti e Sviluppo della Leadership presso l'Università di Torino - , è stata quella di andare oltre ai soliti schemi di gioco, alle solite terapie. Abbiamo voluto pensare e realizzare una pratica di “leadership e-volution” che mettesse al centro le relazioni, la capacità di “avere seguito”, il coraggio e l’etica nell’esercizio del ruolo.

Le persone che incontriamo nelle aziende ci raccontano di capi che rischiano di essere: sopportati, stanchi, soli.

Abbiamo individuato degli antidoti a queste criticità: essere di Esempio, recuperare Energia, riscoprire Empatia, agendo comportamenti di leadership improntati all’Equilibrio e all’Etica, verso il ruolo e verso le relazioni.

Il modello Five E permette di aggiungere al sapere fare management la capacità di avere seguito, di avvincere i propri team sulle grandi trasformazioni in atto con una leadership coraggiosa che rimette al centro le relazioni, l’esemplarità, la visione, il senso di responsabilità e il fair play.

LE CINQUE E DEL MODELLO

È la base della leadership, è la dimensione decisiva. Impossibile pensare di esercitare leadership se non si è di esempio per il proprio team, i propri collaboratori. Fare le cose al meglio, essere esemplari nei comportamenti, negli atteggiamenti, nei valori, rende un capo affidabile, credibile. Avere la capacità di rendere semplici processi complessi, ne fa apprezzare la concretezza e la chiarezza. Essere un modello, di ruolo e di contenuti è una condizione indispensabile per farsi seguire, per avvincere le persone, per esprimere una leadership autorevole.

Non si può essere lenti, indecisi, senza voglia di fare e pensare di avere leadership. È necessario mettere energia nelle cose che si fanno ed è necessario trasmettere energia. Energia è movimento, vitalità, del pensiero e delle azioni. Tanta energia viene sprecata, bloccata, persa. bisogna chiedersi sempre cosa o chi blocca la nostra energia e cosa o chi la mette in circolo, la riattiva, la fa andare nella direzione giusta. Trasmettere energia significa avere una visione sfidante, la capacità di raccontarla come una storia nuova, la determinazione di portarla avanti, la passione di affrontare l’incertezza, il coraggio di prendersi il rischio dell’errore.

È la capacità di immedesimarsi, di essere veramente in connessione con gli altri, di cogliere ogni minimo segnale di indecisione, difficoltà, criticità, nel raggiungere gli obiettivi. La base è esserci: con la testa e con il cuore. Se il capo c’è, può dare attenzione agli altri e può essere di sostegno. Le persone del team devono poter contare su un capo che è presente (anche da remoto), ascolta, sa dare una mano: senza colludere, senza illudere. È molto importante possedere e sviluppare intuito, sensibilità, interesse verso gli altri.

È decisivo per andare avanti. È il gioco dei pesi e contrappesi per puntare al meglio, all’eccellenza dei risultati. È la capacità di sapere dove concentrare le risorse quando si parte con un progetto, un’iniziativa nuova. Si tratta di sapere fin dove spingersi, senza andare fuori strada, quando si osa, si rilancia, si innova. Serve a dare stabilità, non staticità, nel cambiamento. Calma, ponderatezza, lucidità di pensiero, aiutano a sapere che rischi ci si può prendere, a calcolare quanto può resistere il gruppo, che pressione può sopportare. Avere equilibrio significa sapere quale problema può provocare la scelta di una certa soluzione e quanto si è disposti a perdere per portare a casa quel guadagno.

È la correttezza dei comportamenti, è la piena e convinta assunzione di responsabilità del ruolo e delle relazioni. È la parola chiave per generare fiducia, per ottenere una forte intesa con le persone e tra le persone del gruppo, una comunanza di valori e di intenti. Significa stabilire e dichiarare dei principi, dei punti fermi della propria leadership: e poi rispettarli, applicarli! Sapendo che certe volte sarà faticoso, che bisognerà farsi domande, che ci si troverà di fronte a dilemmi, che quello che volete per voi è esattamente quello che dovete dare ai vostri collaboratori: serietà e rispetto, sincerità e lealtà, integrità e responsabilità.

La consulenza sul modello Five E può essere sviluppata:

  • con training brevi sulle singole dimensioni o su alcune di esse
  • con percorsi di coaching su singole dimensioni
  • con percorsi di blended learning

L’avvio del percorso può essere facilitato dall’utilizzo di uno strumento autodiagnostico:

  • 64 domande, completamente on line
  • possibile coinvolgere capo, colleghi e collaboratori
  • osservatori protetti dall’anonimato
  • risultati riservati all’interessato
  • report autoesplicativo

Milano

Via Privata della Braida, 5
20122 Milano
Tel. +39 02 6691845
info@mida.biz

Roma

Via Scalo San Lorenzo, 67
00185 Roma
Tel. +39 06 8840688
info@mida.biz